Ven10222021

Last update11:46:46

Back Valli Valli del Trentino Valle di Fassa Le "meraviglie" di Detomas

Le "meraviglie" di Detomas

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Canazei (Trentino), 16 marzo 2021. - Redazione*

Leggere le dichiarazioni del Procurador del Comun general de Fascia a commento delle mozioni presentate dai nostri esponenti politici, sia nella figura del Consigliere Provinciale Luca Guglielmi che da parte del gruppo di minoranza in Comun general, riguardanti la bocciatura da parte della Commissione Europea del pacchetto di misure a tutela delle lingue di minoranza "Minority Safepack", non può che generare un forte senso di incredulità.

Come già accaduto durante un incontro della Conferenza delle Minoranze della Provincia Autonoma di Trento, anche in questo caso, il Procurador ha voluto mettere in evidenza le minoranze dei Rom e Sinti. Non è dato sapere se questo interesse verso queste altre realtà di minoranza sia dovuto alla non volontà di condividere e supportare iniziative proposte dal nostro gruppo politico ma che di politico poco dovrebbero avere o se vi sia dell'altro, ma pare quantomeno strano che il Procurador del Comun general de Fascia si concentri su una tematica così poco legata al suo mandato politico e amministrativo.

Leggendo le parole apparse sulla stampa, Detomas si meraviglia dell'attenzione dell'Associazione Fassa, a suo modo di dire "gruppo politico legato alla destra nazionale", per una tematica "legata al mondo della sinistra", sempre parafrasando le sue citazioni. A noi, invece, non pare così strano concentrarci e impegnarci per la tutela e la valorizzazione della NOSTRA minoranza ladina in quanto l'Associazione Fassa è nata per portare avanti le questioni della gente della Val di Fassa e non per fare politica a livello nazionale. Non sappiamo se queste parole siano date da un lieve senso di sconforto di un Procurador che non vede questa attenzione verso la comunità locale da parte del gruppo politico dal quale è supportato, la Neva Ual, la quale sul tema non si è neppure espressa; una tematica da sempre così importante nelle radici della Ual, dimenticata dalla Neva Ual e portata avanti dall'Associazione Fassa.

Rimanendo legati alle parole del Procurador che lamenta nella destra politica una visione nazionalista e poco incline alla tutela delle realtà locali, ricordiamo allo stesso che l'attuale Commissario per l'Italia in seno alla Commissione Europea, organo che ha bocciato le misure previste nel Minority Safepack, è Paolo Gentiloni, fiero rappresentate della sinistra (Partito
Democratico). Ecco non ci pare che vi sia stata l'attenzione dovuta da parte della sinistra europeista; ciò a dimostrazione che in questo caso destra o sinistra poco cambia, ciò che cambia è la sensibilità degli amministratori locali.

Un'attenzione che è infatti giunta anche da un importante ente locale, l'Istitut Cultural Ladin - Majon di Fascegn, criticato a sua volta dal Procurador perché, a suo modo di vedere, non dovrebbe interessarsi di tematiche politiche. Quindi, sembra che nessuno che non sia il Procurador, oppure un partito di sinistra, possa interessarsi delle questioni legate alle comunità di minoranza.

Ci spiace vedere che questo grande interesse dimostrato dal Procurador nei confronti di altre minoranze e questa grande attenzione verso le tematiche che devono essere trattate idealmente dalla destra o dalla sinistra, non siano profusi anche nell'operato di un Comun general de Fascia che a 6 mesi dall'insediamento non sembra brillare per dinamismo e propositività.

Le commissioni non sono ancora state costituite, collegio dei capigruppo convocati: zero, documenti presentati dal gruppo consiliare di maggioranza: nessuno.

Nel frattempo, il gruppo consiliare della nostra Associazione ha presentato 5 interrogazioni e 6 proposte di mozione, tutte proposte costruttive a favore della nostra Comunità. Proposte che spesso cadono nel vuoto visti i tempi biblici di convocazione del Consei general, convocato l'ultima volta il 10 dicembre 2020... da lì, il silenzio. Silenzio.

Nessuna attenzione per le nostre proposte ma quando ci si sente toccati sul vivo, il silenzio viene rotto con parole, a nostro parere, non adeguate ad un Procurador.

*Associazione Fassa
Il Consiglio Direttivo

www.forzafassa.it • Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

(nella foto Giuseppe Detomas)

Le

Chi è online

 156 visitatori online