Cavalese: Punto nascita e le preoccupazioni elettorali del sindaco

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Il punto nascita è un diritto senza colore politico

Cavalese (TN), 13 aprile 2018. - di Claudio Civettini*

Ottima la presa di posizione che sta nascendo dai Sindaci della Valle di Fiemme e di Fassa sul tema del punto nascita e della sua necessaria riapertura.

Discutibile, invece, la presa di posizione del Sindaco di Cavalese Silvano Welponer il quale parrebbe mosso da sentimenti che non rappresentano le istanze dei cittadini e dei territori, bensì da preoccupazioni politiche rispetto alle prossime elezioni provinciali, come si evince dal fatto che egli afferma che o il punto nascita «riapre entro ottobre o per il centrosinistra qui sarà disfatta».

Ora, dinnanzi a simili dichiarazioni al signor Sindaco va ricordato come il problema qui non sia la débâcle elettorale di uno o dell'altro, ma le esigenze dei territori indipendentemente dalle appartenenza.

E se l'esasperazione dei cittadini fiemmesi, fassani e trentini è arrivata ai livelli attuali un motivo ci sarà, tanto che pure i sindaci – forse un po' tardivamente – ora stanno prendendo la giusta posizione.

Ad ogni modo, quello che in tutto ciò ci sembra inaccettabile è il tentativo, da parte di alcuni, di chiedere un'apertura anche momentanea del punto nascita in vista delle elezioni provinciali.

Questo, infatti, sarebbe del tutto intollerabile, dal momento che il punto nascita non è né del centrosinistra né di altri, essendo esso anzitutto un diritto delle donne, delle famiglie, dei territori e di un'Autonomia che diversamente non ha ragion d'essere, soprattutto se un Assessore non sa rappresentare, nelle sedi romane, le istanze di un territorio Trentino che necessità di ben altre soluzioni rispetto a tagli generalizzati specie sui punti nascita e sulle guardie mediche, tagli dei quali il centrosinistra sedicente autonomista ha da tempo agguantato un indubbio primato negativo.

* consigliere provinciale-regionale

Cavalese: Punto nascita e le preoccupazioni elettorali del sindaco