Sab08082020

Last update11:13:22

Back Valli Valli del Trentino Valle di Non Il comune di Cavareno premiato con la "Spiga Verde 2019"

Il comune di Cavareno premiato con la "Spiga Verde 2019"

  • PDF
Valutazione attuale: / 28
ScarsoOttimo 

Cles (Valle di Non - Trentino), 27 luglio 2019. - di Ezio Avvisati

Cura del territorio, coinvolgimento attivo della popolazione e buone pratiche amministrative a sostegno delle aziende agricole locali. È questa la ricetta che ha consentito al comune di Cavareno (nella foto il Municipio) in Val di Non di vincere il premio "Spiga Verde 2019", il più importante riconoscimento nazionale in campo agricolo, assegnato da Confagricoltura alle amministrazioni che meglio si adoperano per la valorizzazione del patrimonio rurale italiano.

Il concorso, giunto alla quarta edizione, ha premiato l'amministrazione di Cavareno per l'impegno profuso a favore di politiche di gestione del territorio indirizzate alla sostenibilità.

La commissione esaminatrice ha particolarmente apprezzato le politiche messe in atto dal comune finalizzate al corretto uso del suolo, alla coltivazione di prodotti agricoli tipici, all'equilibrio raggiunto tra tradizione e innovazione, all'efficiente gestione dei rifiuti e degli impianti di depurazione.

Le iniziative ed i progetti messi in campo nel corso degli ultimi anni a sostegno dell'imprenditoria agricola locale hanno avuto ricadute importanti sul piano economico, occupazionale, turistico e sociale.
Il piccolo comune noneso non è nuovo ai primati. Il 16 dicembre scorso ha vinto la dodicesima edizione del concorso "Comuni virtuosi", grazie alle numerose buone prassi amministrative messe in campo, che gli hanno consentito di primeggiare tra i 50 comuni finalisti. La giuria ha particolarmente apprezzato la stazione sperimentale fotovoltaica Archimede, in grado di produrre quasi 10 KWp, il triplo rispetto ad un impianto analogo tradizionale, grazie ad un sistema di inseguimento solare ad alta precisione e ad una concentratore ottico che focalizza le radiazioni solari sulle celle fotovoltaiche per 6-8 ore al giorno.

Tra le motivazioni della vittoria ci sono anche: l'impianto centralizzato di riscaldamento a biomassa; il sistema di irrigazione dei giardini con acqua non potabile; il progetto "Ospitalità diffusa", che valorizza le seconde case e promuove le iniziative culturali e gli eventi promossi dalle associazioni locali.

Il piccolo comune di Cavareno rappresenta un ottimo esempio per l'Italia intera, perché testimonia come una gestione virtuosa del territorio migliori la qualità dell'ambiente e la vita delle persone, e promuova uno sviluppo economico sostenibile.

Il comune di Cavareno premiato con la

Chi è online

 133 visitatori online